Martedì 28 Gennaio 2020 : Libro dell’Ecclesiastico 44,1.48,15b-21.


Icone Sacre
Facciamo dunque l'elogio degli uomini illustri, dei nostri antenati per generazione.
Con tutto ciò il popolo non si convertì e non rinnegò i suoi peccati, finché non fu deportato dal proprio paese e disperso su tutta la terra.
Rimase soltanto un popolo poco numeroso con un principe della casa di Davide. Alcuni di costoro fecero ciò che è gradito a Dio, ma altri moltiplicarono i peccati.
Ezechia fortificò la sua città e condusse l'acqua nel suo interno; scavò con il ferro un canale nella roccia e costruì cisterne per l'acqua.
Nei suoi giorni Sennàcherib fece una spedizione e mandò il gran coppiere; egli alzò la mano contro Sion e si vantò spavaldamente con superbia.
Allora si agitarono loro il cuore e le mani, soffrirono come le partorienti.
Invocarono il Signore misericordioso, stendendo le mani verso di lui. Il Santo li ascoltò subito dal cielo e li liberò per mezzo di Isaia.
Egli colpì l'accampamento degli Assiri, e il suo angelo li sterminò,

Condividi una riflessione o una preghiera