Lunedì 5 Dicembre 2016 : Libro di Geremia 10,1-10.


Rosari
Ascoltate la parola che il Signore vi rivolge, casa di Israele.
Così dice il Signore: "Non imitate la condotta delle genti e non abbiate paura dei segni del cielo, perché le genti hanno paura di essi.
Poiché ciò che è il terrore dei popoli è un nulla, non è che un legno tagliato nel bosco, opera delle mani di chi lavora con l'ascia.
È ornato di argento e di oro, è fissato con chiodi e con martelli, perché non si muova.
Gli idoli sono come uno spauracchio in un campo di cocòmeri, non sanno parlare, bisogna portarli, perché non camminano. Non temeteli, perché non fanno alcun male, come non è loro potere fare il bene".
Non sono come te, Signore; tu sei grande e grande la potenza del tuo nome.
Chi non ti temerà, re delle nazioni? Questo ti conviene, poiché fra tutti i saggi delle nazioni e in tutti i loro regni nessuno è simile a te.
Sono allo stesso tempo stolti e testardi; vana la loro dottrina, come un legno.
Argento battuto e laminato portato da Tarsìs e oro di Ofir, lavoro di artista e di mano di orafo, di porpora e di scarlatto è la loro veste: tutti lavori di abili artisti.
Il Signore, invece, è il vero Dio, egli è Dio vivente e re eterno; al suo sdegno trema la terra, i popoli non resistono al suo furore.

Condividi una riflessione o una preghiera