Lunedì 28 Novembre 2016 : Salmi 102(101),9-14b.16.


http://www.ispeech.org
Tutto il giorno mi insultano i miei nemici, furenti imprecano contro il mio nome.
Di cenere mi nutro come di pane, alla mia bevanda mescolo il pianto,
davanti alla tua collera e al tuo sdegno,
perché mi sollevi e mi scagli lontano.
I miei giorni sono come ombra che declina,
e io come erba inaridisco.
Ma tu, Signore, rimani in eterno,
il tuo ricordo per ogni generazione.
Tu sorgerai, avrai pietà di Sion,
perché è tempo di usarle misericordia: l'ora è giunta.
I popoli temeranno il nome del Signore
e tutti i re della terra la tua gloria,

Condividi una riflessione o una preghiera