Giovedì 7 Maggio 2020 : Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni 7,14-24.


Accessori per la Liturgia
Quando ormai si era a metà della festa, Gesù salì al tempio e vi insegnava.
I Giudei ne erano stupiti e dicevano: «Come mai costui conosce le Scritture, senza avere studiato?».
Gesù rispose: «La mia dottrina non è mia, ma di colui che mi ha mandato.
Chi vuol fare la sua volontà, conoscerà se questa dottrina viene da Dio, o se io parlo da me stesso.
Chi parla da se stesso, cerca la propria gloria; ma chi cerca la gloria di colui che l'ha mandato è veritiero, e in lui non c'è ingiustizia.
Non è stato forse Mosè a darvi la Legge? Eppure nessuno di voi osserva la Legge! Perché cercate di uccidermi?».
Rispose la folla: «Tu hai un demonio! Chi cerca di ucciderti?».
Rispose Gesù: «Un'opera sola ho compiuto, e tutti ne siete stupiti.
Mosè vi ha dato la circoncisione - non che essa venga da Mosè, ma dai patriarchi - e voi circoncidete un uomo anche di sabato.
Ora se un uomo riceve la circoncisione di sabato perché non sia trasgredita la Legge di Mosè, voi vi sdegnate contro di me perché ho guarito interamente un uomo di sabato?
Non giudicate secondo le apparenze, ma giudicate con giusto giudizio!».

Condividi una riflessione o una preghiera