Giovedì 23 Gennaio 2020 : Libro dell’Ecclesiastico 44,1.46,13a.19-20.47,1.


Arte Sacra
Facciamo dunque l'elogio degli uomini illustri, dei nostri antenati per generazione.
Samuele, amato dal suo Signore, di cui fu profeta, istituì la monarchia e consacrò i principi del suo popolo.
Prima dell'ora del suo eterno sonno, così attestò davanti al Signore e al suo Messia: "Denari e neanche dei sandali, da alcun vivente ho accettato" e nessuno potè contraddirlo.
Perfino dopo la sua morte profetizzò, predicendo al re la sua fine; anche dal sepolcro levò ancora la voce per allontanare in una profezia l'iniquità dal popolo.
Dopo di questi sorse Natan, per profetizzare al tempo di Davide.

Condividi una riflessione o una preghiera