Giovedì 13 Febbraio 2020 : Libro dell’Ecclesiastico 31,1-11.


Prodotti dei Monasteri
L'insonnia per la ricchezza logora il corpo, l'affanno per essa distoglie il sonno.
L'affanno della veglia tien lontano l'assopirsi, come una grave malattia bandisce il sonno.
Un ricco fatica nell'accumulare ricchezze e se smette, si ingolfa nei piaceri.
Un povero fatica nelle privazioni della vita e se smette, cade nell'indigenza.
Chi ama l'oro non sarà esente da colpa, chi insegue il denaro per esso peccherà.
Molti sono andati in rovina a causa dell'oro, il loro disastro era davanti a loro.
È una trappola per quanti ne sono entusiasti, ogni insensato vi resta preso.
Beato il ricco, che si trova senza macchia e che non corre dietro all'oro.
Chi è costui? noi lo proclameremo beato: difatti egli ha compiuto meraviglie in mezzo al suo popolo.
Chi ha subìto la prova, risultando perfetto? Sarà un titolo di gloria per lui. Chi, potendo trasgredire, non ha trasgredito, e potendo compiere il male, non lo ha fatto?
Si consolideranno i suoi beni e l'assemblea celebrerà le sue beneficenze.

Condividi una riflessione o una preghiera