Domenica 7 Agosto 2016 : Salmi 78(77),1a.2-4b.55-56.59-60.62-64.


http://www.ispeech.org
Maskil. Di Asaf. Popolo mio, porgi l'orecchio al mio insegnamento, ascolta le parole della mia bocca.
Aprirò la mia bocca in parabole, rievocherò gli arcani dei tempi antichi.
Ciò che abbiamo udito e conosciuto e i nostri padri ci hanno raccontato,
non lo terremo nascosto ai loro figli; diremo alla generazione futura le lodi del Signore, la sua potenza e le meraviglie che egli ha compiuto.
Scacciò davanti a loro i popoli e sulla loro eredità gettò la sorte, facendo dimorare nelle loro tende le tribù di Israele.
Ma ancora lo tentarono, si ribellarono a Dio, l'Altissimo, non obbedirono ai suoi comandi.
Dio, all'udire, ne fu irritato e respinse duramente Israele.
Abbandonò la dimora di Silo, la tenda che abitava tra gli uomini.
Diede il suo popolo in preda alla spada e contro la sua eredità si accese d'ira.
Il fuoco divorò il fiore dei suoi giovani, le sue vergini non ebbero canti nuziali.
I suoi sacerdoti caddero di spada e le loro vedove non fecero lamento.

Condividi una riflessione o una preghiera